I nostri Tours


prehistory

ISOLE ARAN

durata: 2 – 3 giorni

Antichi cerchi – fortezze, costruite sul bordo roccioso ad ‘altezza di un centinaio di metri sul livello del mare, ancora sfregano l’anima e la mente di archeologi e altri scienziati con la domanda: “Perché  e per che cosa sono proprio qui?”

La gente del posto, mentre alla guida dei loro mini bus arrugginiti e sfilacciati, raccontano ai turisti le storie sulla loro isola, con amore e calore, in un dialetto stretto locale incomprensibile.

Le foche sedute come lisce pietre nere sulla riva ovest in una delle isole ascoltano il rumore delle onde che si infrangono sulla ghiaia, intervallate dal rumore dei pneumatici dei minivan in arrivo, carico di turisti…

Se volete conoscere come ancora oggi alcune persone vivono in situazioni civili ma estreme rimanendo felici e allegri, le Isole Aran sono un vivido esempio del 21 ° secolo.

Le isole si possono raggiungere con il traghetto (piccola barchetta che parte dalla baia di Galway) o per via aerea dall’aeroporto di Connemara.

Pioggia – vento – nebbia – sole…, qualsiasi combinazione di tempo incontrate sulle isole, non  dimenticherete mai che avete messo il vostro piede su questa terra calpestata ma per sempre magica 🙂


DUBLINO

durata: 3 – 4 ore

Oscar Wilde è seduto su un enorme pezzo di granito all’angolo di Merrion Square Park.

Accompagnati dal sorrisetto d’un grande esteta come lui ci incontriamo e iniziamo il nostro tour della splendida Dublino.

Il primo semaforo e il caos creato da esso sulla strada,  la cittadina universitaria di Trinity College con i suoi segreti,  i quartieri con i palazzi costruiti per le compagnie  di  assicurazioni e delle banche adiacenti al Temple Bar (il cuore vero e proprio di Dublino), il fiume Liffey, il Castello di Dublino, tutti questi punti di interesse saranno le nostre brevi fermate lungo il percorso, prima di conoscere il luogo vero e proprio da dove i Vichinghi hanno iniziato a costruire una delle prime città in Irlanda.

Il castello di Dublino, tanto cambiato durante il corso dei secoli, ma ancora oggi con lo spirito dei tempi britannici, ci aiuterà  a capire meglio la storia della cultura anglo-sassone. La Cattedrale di San Patrizio ci svela  non solo i misteri del Santo Patrono d’Irlanda, ma ci racconta anche dei  grandi  irlandesi come Jonathan Swift  e Guinness.


Kilkenny (10)

KILKENNY e ABBAZIA JERPOINT

Da Dublino si potrebbe fare un giretto fuori e visitare il cuore medioevale irlandese, la citta di Kilkenny.

Partendo da Dublino in circa 1 ora e mezzo di viaggio si arriva a Kilkenny per scoprire che questa cittadina oggi è sempre colorata, luminosa, amichevole, sempre piena dell’atmosfera solare, anche quando la famosa pioggerellina irlandese batte sulle vostre spalle e sulla vostra faccia.

Non è stato cosi nei tempi del Medioevo. Era molto diverso e poco divertente a viverci dentro le mura….

In soli 3-4 ore facendo il tour a piedi lungo i vicoli medioevali la storia affascinante di Kilkenny cessa di essere un segreto per voi. Il Castello di Buttler, La Cattedrale di St. Canice, la Torre Pennarello (una delle due rimaste in Irlanda per salirci su) tutto questo durante il percorso.

E se si decide di fare un salto alla vicina Abbazia di Jerpoint  dove le figure scolpite sulle mura di pietra di questo monastero, che ancora tutt’oggi conserva il suo silenzio e i suoi segreti della fede e delle tradizioni celtiche, ci lasciano “impietriti” per qualche istante anche noi,  qui potremmo sentire i suoni del silenzio assoluto a volte mischiato con i canti degli uccelli o il sussurro dei foglie auttunali in loro libera gentile caduta … I ricordi a lungo termine.

 


Belfast (3)

BELFAST

durata: 2 – 2 ore e mezza in autostrada.

Un giorno è sufficiente per cogliere e sentire la differenza nello spirito di questa città di contrasti con Dublino.

Qui non sono più preoccupati per gli atti terroristici d’ IRA e non c’è più il coprifuoco in città, ma tutt’oggi per le notti di fine settimana continuano a chiudere un cancello che divide i quartieri cattolici da quelli protestanti…

I graffiti di Belfast sono conosciuti in tutto il mondo. Arte è sempre stata il primo mezzo per esprimere i sentimenti e raccontare gli eventi reali…

Oggi sulle strade che attraversano i quartieri dove solo pochi  anni fa esplodevano le bombe, e le persone sparavano una contro l’altra, portano i turisti …

Il Museo del Titanic è assolutamente da vedere una volta arrivati a Belfast.

Pochi sanno che la famosa nave è stata completamente costruita e “vestita” in tutto suo splendore qui nei cantieri navali di Belfast.

Dopo aver conosciuto “la Capitale Nordica dell’Isola Irlanda” rimanete con il pieno d’impressioni e ricordi. Per sempre … Qui c’è stata un’altra realtà.

 


Cliffs2

SCOGLIERA di MOHER e BURREN

Uno o due giorni vi permettono di assaporare in pieno l’atmosfera di Scogliera di Moher.

10 km di roccia tagliata di netto e vivente in tutto il suo splendore, si trova nella parte occidentale dell’Irlanda. E’ vicina al plateau di formazioni  carsiche chiamato Burren – terra spoglia, nuda, luogo sassoso, se tradotto dall’ irlandese. Su questo terreno roccioso da aprile fino a luglio si sbizzarriscono nella loro extravaganza e assoluta bellezza le piante alpine, mediterranei e quelle artiche. Qui ballano in unisono armonico 21 tipi di farfalle. Quasi-quasi ci vogliono gli occhiali dai colori, per proteggere gli occhi dall’intensità accesa scintillante.

Bisogna però ricordarci che siamo in Irlanda e qui il tempo cambia ogni momento e si possono vivere quattro stagioni in un giorno solo, come dicono gli stessi irlandesi.

A causa di questi cambiamenti del tempo la scogliera si presenta ogni  volta in  una veste nuova: o avvolta nei colori vivaci di arcobaleno, o tutta coperta d’argento brillante, o semplicemente scura, o completamente non visibile, nascondendoci dietro la nebbia i suoi segreti…

Ma come se fosse in una favola all’improvviso  il vento cambierà la sua direzione, la pioggia smetterà  di torturare con la sua persistenza, e agli occhi si aprirà una vista sulle rocce d’altezza di quasi 200 metri. Vicino a queste  gli enormi gabbiani, quasi i tacchini volanti, con il loro grido di libertà  vi danno il benvenuto alla potenza ed impetuosità di natura.